TOYOTA YARIS RAGGIUNGE IL TRAGUARDO DI DIECI MILIONI DI VENDITE GLOBA DAL 1999

La pluripremiata e sempre popolare Yaris ha raggiunto 10 milioni di vendite globali cumulative, unendosi ai modelli Toyota storicamente ben accolti tra cui Corolla, Camry, RAV4, Hilux e Land Cruiser, vetture che hanno superato il traguardo a otto cifre. Yaris è stata un punto di riferimento per l’innovazione e l’introduzione di nuove tecnologie e idee progettuali nel segmento delle compatte per quasi un quarto di secolo, periodo nel quale è stato uno dei modelli Toyota più venduti in Europa. L’attuale generazione di Yaris ha dimostrato la sua adattabilità alle esigenze dei clienti con l’ampliamento della “Yaris Family” fino a includere l’acclamata sportiva ad alte prestazioni GR Yaris nel 2020 e il SUV urbano a guida alta Yaris Cross nel 2021.

Alla fine di febbraio 2023, le vendite cumulative della famiglia Yaris in Europa hanno raggiunto 5.155.506 unità (di cui oltre 1 milione sul mercato italiano) da quando la prima generazione di Yaris è stata lanciata nel 1999. Nel 2022, le vendite della famiglia Yaris hanno rappresentato oltre un terzo delle vendite totali di Toyota in Europa con 185.781 Yaris, 156.086 Yaris Cross e 5.392 GR Yaris, pari all’8% del totale segmento.

Yaris è un vero modello globale Toyota con siti produttivi in tutto il mondo. La produzione di Yaris è iniziata nel gennaio 1999 nello stabilimento Takaoka di Aichi, in Giappone. Oggi, la Yaris ha basi produttive in 10 paesi: Giappone, Brasile, Cina, Taiwan, Indonesia, Malesia, Pakistan, Tailandia, Francia e Repubblica Ceca.

In Europa, Toyota Motor Manufacturing France (TMMF) produce la Yaris dal 2001 e la Yaris Cross dal 2021, lo stesso anno in cui Toyota Motor Manufacturing Czech Republic (TMMCZ) a Kolin ha anche avviato la produzione di Yaris per soddisfare la crescente domanda del modello in Europa. La produzione europea cumulativa della famiglia Yaris ha raggiunto oltre 4,6 milioni di unità alla fine del 2022. Anche i componenti principali della Yaris, come i motori benzina e Hybrid e le trasmissioni sono prodotti localmente, presso Toyota Motor Manufacturing Poland (TMMP), che rifornisce sia TMMF che TMMCZ. Come parte della sua missione di fornire una mobilità trendy e pratica in linea con le esigenze della vita moderna, Yaris ha una storia invidiabile di innovazione in termini di sicurezza, efficienza e prestazioni, il che ha generato un’attrattiva costante nei suoi clienti.

La prima generazione di Yaris ha vinto l’ambito titolo di Auto dell’Anno nel 2000, il primo modello Toyota a guadagnare tale riconoscimento, insieme al Japanese Car of the Year nello stesso anno assegnato alla Toyota Vitz, nome dello stesso modello in Giappone. Ogni generazione successiva di Yaris è entrata nella shortlist del Car of The Year e, nel 2021, l’attuale generazione è diventata la prima vettura nel 21° secolo ad ottenere un secondo riconoscimento come auto dell’anno.

Prima generazione – Il Piccolo genio

Alla fine del 1990, Toyota aveva il desiderio di sviluppare una nuova auto compatta globale per il 21° secolo. Il nuovo modello è stato progettato per seguire le orme dell’apprezzata “supermini” Toyota Starlet, un compito molto difficile da seguire. Per raggiungere questo obiettivo, il modello ha dovuto adottare un look moderno e implementare gli ultimi ritrovati tecnologici, offrendo un’anteprima dell’automotive del millennio successivo e riscrivendo le regole delle auto compatte con il suo rivoluzionario design “big-small”.

Il mondo ha avuto il suo primo assaggio della visione di Toyota con una concept car totalmente nuova, la Toyota Funtime mostrata al Salone di Francoforte del 1997, parte della serie di concept car del progetto “Fun” che avevano lo scopo di mostrare la versatilità ingegneristica dell’allora nuova piattaforma condivisa. La concept car fu disegnata presso l’European Office of Creation di Toyota (EPOC) a Bruxelles, in Belgio.

Un anno dopo, la nuova Toyota Yaris di serie ha fatto il suo debutto al Salone di Parigi. L’esterno era a cura dell’EPOC, che presto sarebbe diventato il Toyota European Design Development (ED2), mentre il design degli interni era frutto della collaborazione tra Europa e Giappone. La prima generazione di Yaris era elegante, di carattere e volutamente europea nel design, con una carrozzeria relativamente alta, spaziosa e dalla forma organica, costruita attorno al concetto di design che poneva al centro la dimensione umana.

Sebbene le dimensioni esterne fossero contenute, l’abitacolo della Yaris vantava interni confortevoli e pratici che superavano in termini di spazio l’offerta di molte vetture più grandi, con ampio agio per la testa e sedute modulari per massimizzare lo spazio.

Il packaging intelligente e minimalista e l’estetica accattivante non hanno comportato alcun compromesso sulla sicurezza, con la prima Yaris che è diventata l’auto più sicura nel suo segmento secondo le valutazioni Euro NCAP, stabilendo una tendenza che prosegue ancora oggi.

Ad alimentare l’innovativa Yaris di prima generazione c’era un avanzato ed efficiente motore a benzina da 1,0 litri, soprannominato “Mighty Atom” per la sua capacità di erogare una potenza equivalente a un tradizionale motore da 1,4 litri. Grazie ai suoi 68 CV ha guadagnato il riconoscimento di International Engine of the Year 1999.

La Yaris ha scritto per sempre la storia di Toyota quando è stata premiata con il Car of the Year 2000, il primo modello Toyota a vincere il prestigioso premio assegnato da una giuria di giornalisti automotive europei. La giuria ha elogiato il design sia esterno che interno della Yaris di prima generazione, così come la versatilità dell’accogliente abitacolo. Anche il motore da 1,0 litri della Yaris è stato acclamato per la sua brillantezza ed efficienza, con la giuria che lo ha definito il miglior motore “mille” sul mercato. Una seconda motorizzazione è stata poi introdotta successivamente nel corso dell’anno, offrendo ai clienti del modello a cinque porte un’unità VVT-i da 1,3 litri e 87 CV.

Nel 2001, la Yaris ha contribuito a lanciare il marchio T-Sport Performance in Europa. La Yaris T-Sport a tre porte era equipaggiata con un potente motore VVT-i da 1,5 litri che erogava 106 CV a 6.000 giri/min, e presentava uno chassis ottimizzato e orientato alle performance, un telaio più rigido e interni sportivi. La hot hatch era più veloce nello 0-100 km/h (9 secondi) rispetto alla maggior parte dei competitor da 1,6 litri, e più veloce nel 60-100 km/h (8,4 secondi) rispetto a qualsiasi concorrente del segmento. Il successo della Yaris T-Sport ha posto le basi per l’introduzione di versioni ad alte prestazioni nella gamma di ogni generazione Yaris.

Con l’introduzione di un motore diesel D-4D da 1,4 litri nel 2002, che ha visto Toyota diventare il primo produttore al mondo a produrre un motore diesel interamente in alluminio, la gamma di propulsori di Yaris era ormai completa.

La Yaris è diventata rapidamente una delle vetture preferite dai clienti di tutta Europa, che in lei hanno trovato una soluzione pratica, divertente e alla moda alle esigenze della vita urbana quotidiana e una partner affidabile per le lunghe distanze. Il successo è stato comprovato da vendite mondiali che hanno superato le 1,2 milioni di unità nel corso della prima generazione.

Il carattere innovativo e amichevole della prima generazione di Yaris è forse meglio riassunto dallo slogan utilizzato da Toyota in una campagna pubblicitaria di grande successo in Italia che ha affettuosamente soprannominato la nuova auto “piccolo genio”.

Un’auto con molti nomi

Oltre a simpatici soprannomi, la Yaris è stata conosciuta con nomi diversi in tutto il mondo. L’ormai noto nome Yaris deriva da “Charis”, la forma singolare di Charites, le dee greche del fascino, della bellezza, della natura, della creatività umana, della buona volontà e della fertilità.

Dal debutto del modello in Giappone nel 1999 fino al lancio dell’attuale generazione, il modello è stato commercializzato come Vitz. A seconda della variante e della regione, il modello è stato anche conosciuto come Toyota Platz, Echo, Belta, Vios e Scion iA. È stata anche commercializzato come Daihatsu Charade e Mazda2 in alcuni mercati.

Il traguardo di 10 milioni di vendite cumulative considera solo i nameplate Yaris, Vitz, Yaris Cross e GR Yaris.

Seconda generazione – Prestazioni a cinque stelle

La Yaris è cresciuta con la sua seconda generazione, lanciata in Europa nel 2005. La reputazione di auto dal packaging intelligente per uno spazio interno e un comfort ottimali, combinata a tecnologie avanzate per sicurezza e prestazioni, è stata migliorata, mentre l’esperienza utente è diventata più raffinata.

Un approccio “big car thinking” e maggiori dimensioni a tutto tondo hanno reso la seconda generazione più spaziosa che mai, offrendo spaziosità che poteva rivaleggiare con i competitor di segmento C, grazie a un pianale posteriore piatto che permetteva a 3 adulti di sedersi comodamente nella parte posteriore, e dove le singole sezioni dello schienale 60:40 potevano scorrere e reclinarsi per offrire 880mm di spazio per le gambe dei passeggeri posteriori, un valore notevole.

Il vano di carico best-in-class da 737 litri fu ottenuto in parte grazie al comodo sistema Easy Flat di Toyota, che permetteva di creare un piano totalmente piatto grazie al facile e rapido ripiegamento dei sedili posteriori. Un’attenzione maniacale ai dettagli e al comfort dei passeggeri includeva il “fine-tuning” del suono della chiusura delle porte e 18,2 litri di capacità dei portaoggetti all’interno del solo cruscotto.

Le prestazioni e l’efficienza sono state migliorate, così come la dinamica e il comfort di guida, coadiuvati da una carrozzeria aerodinamicamente efficiente con un basso coefficiente di resistenza aerodinamica pari a 0,30.

L’invidiabile storia di trend-setter nell’ambito degli standard di sicurezza più elevati ha raggiunto l’apice con una valutazione Euro NCAP a cinque stelle per la protezione degli occupanti, la prima volta per una Yaris. Questo risultato è arrivato grazie all’avanzato Minimal Intrusion Cabin System di Toyota e fino a nove airbag nell’abitacolo, incluso un airbag per le ginocchia del conducente; una pietra miliare per un’auto delle dimensioni di Yaris.

La seconda generazione di Yaris è stata offerta in carrozzerie a tre e cinque porte con una scelta di tre motori. Il nuovo propulsore a benzina VVT-i da 1,0 litri offriva efficienza e prestazioni pur rimanendo leggero, producendo potenza (69 CV) e coppia (93 Nm) ai vertici della categoria. L’unità VVT-i da 1,3 litri ereditata dalla generazione precedente continuava a raccogliere gradimenti grazie alla coppia ai bassi regimi e potenza agli alti migliorata per una guida sportiva ma confortevole. Il motore diesel D-4D da 1,4 litri si era evoluto e ora produceva 90 CV a 3.600 giri/min.

Mentre la Yaris guadagnava continuamente popolarità tra i guidatori di tutte le età, la Yaris TS andava incontro a chi chiedeva una variante più sportiva. Questa nuova versione fu lanciata al Salone di Parigi del 2006 ed equipaggiata con un nuovo motore Dual VVT-i da 1,8 litri e 132 CV con una velocità massima di 194 km/h, sospensioni e design sportivo, inclusi spoiler posteriore e minigonne laterali.

Con l’aumento della sensibilità ai temi ambientali, la domanda dei clienti di automobili più piccole ed efficienti stava accelerando in Europa. La Yaris ha aperto la strada combinando un look urbano accattivante all’innovazione ingegneristica. La tecnologia Toyota Optimal Drive è stata introdotta nel 2009, portando miglioramenti in termini di efficienza ed emissioni senza compromettere le prestazioni notoriamente brillanti della Yaris.

Terza generazione – Hello Hybrid

Lo spirito pionieristico caratterizza tutti i modelli Yaris e, nel 2012, la terza generazione ha rivoluzionato il mercato delle compatte introducendo la motorizzazione Full Hybrid e diventando la Yaris tecnicamente più avanzata di sempre.

Tre anni di sviluppo sono stati dedicati alla messa a punto completa dell’Hybrid Synergy Drive, compresa la riprogettazione di circa il 70% delle parti del motore, per renderlo il sistema ibrido più leggero e compatto di Toyota, senza compromessi in termini di prestazioni, comfort interno o volume di carico.

Come primo veicolo full hybrid nel segmento B, un altro primato per il rivoluzionario modello, la Yaris è diventata il simbolo della dedizione di Toyota nel rendere accessibili a un numero sempre crescente di clienti i vantaggi dell’ibrido in termini di efficienza e guida senza stress, nonché dell’impegno dell’azienda a introdurre motorizzazioni Full Hybrid su tutta la sua gamma di modelli.

Grazie alla tecnologia di ricircolo dei gas di scarico all’avanguardia e ad una pompa dell’acqua elettrica, la tecnologia Hybrid della Yaris ha guadagnato prestazioni ed efficienza da best-in-class con il powertrain da 100 CV, oltre alla possibilità di guidare per la prima volta in modalità completamente elettrica, senza emissioni dallo scarico.

La terza generazione di Yaris non è stata solo un rivoluzionario passo avanti dal punto di vista tecnico, ma ha anche stabilito un punto di riferimento nel design esterno elegante e sofisticato, con scelte cromatiche audaci e una forma della carrozzeria aerodinamicamente molto efficiente, che ha raggiunto un coefficiente di resistenza aerodinamica di 0,287.

Nel 2017, i team Toyota dell’European Design Development e di R&D hanno assunto un ruolo di primo piano in un progetto globale da 90 milioni di euro per aggiornare la terza generazione di Yaris, che ha visto l’introduzione di oltre 900 nuove parti per migliorarne il design, le prestazioni dinamiche e la sicurezza.

Basandosi su un’altra valutazione Euro NCAP a cinque stelle, come parte del restyling sono state introdotte le tecnologie Toyota Safety Sense su tutta la gamma, dimostrando ancora una volta che la sicurezza è sempre di serie con Yaris, mentre ha anche fatto il suo debutto un nuovo look, caratterizzato da modifiche al design anteriore e posteriore sviluppate presso lo studio di design ED2 di Toyota.

Il ritorno di Toyota al FIA World Rally Championship (WRC) nel 2017 sotto Toyota GAZOO Racing ha portato allo sviluppo della Yaris GRMN in edizione limitata, la prima Toyota GRMN (che sta per “GAZOO Racing tuned by the Meister of Nürburgring”) ad essere costruita e venduta in Europa. L’autentica indole sportiva della Yaris GRMN ha fatto si che tutte le 400 unità fossero esaurite prima ancora che l’auto raggiungesse gli showroom.

Nel 2018, la Yaris GR SPORT ispirata a Toyota GAZOO Racing è stata introdotta nella gamma come il primo modello con specifiche GR SPORT ad essere lanciato in Europa. Il continuo successo dell’allestimento GR SPORT ha portato all’introduzione dell’allestimento orientato al motorsport su una vasta gamma di modelli Toyota in Europa, tra cui Yaris, Yaris Cross, Corolla, C-HR, RAV4 e Hilux.

Quarta generazione – Prestazioni dinamiche e sicurezza

La quarta generazione di Yaris, lanciata nel 2020, è stata progettata per essere l’auto compatta più sicura al mondo, grazie ai sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS) forniti di serie. È stato anche il primo modello ad essere conosciuto a livello globale come Yaris.

Un ritorno al concetto “big-small” ha generato un look ancora più dinamico, con una carrozzeria più corta, più larga e più bassa rispetto al modello precedente, e un potente design esterno che esprime l’agilità e la compattezza necessarie per affrontare la guida e il parcheggio in città, pur mantenendo tanto spazio interno e ottimi livelli di comfort.

Un elemento chiave per raggiungere maggiori ambizioni per la quarta generazione è stata la piattaforma Toyota New Global Architecture (TNGA) GA-B. Yaris è diventata la prima vettura compatta ad essere costruita su questa piattaforma modulare che ha migliorato prestazioni dinamiche, piacere di guida e maneggevolezza, grazie a un baricentro basso e ad alta rigidità.

La piattaforma GA-B ha anche contribuito a un design accattivante, basato sulla posizione di un velocista ai blocchi di partenza. Un’impronta a terra più ampia, più bassa ma anche più compatta, e una seduta più bassa per il guidatore, hanno dato vita al look “condensed and agile” per un’auto energica e dinamica sempre pronta a partire.

L’efficienza complessiva del powertrain è stata aumentata del 22% senza alcuna rinuncia in temrini di prestazioni prestazioni, che beneficiano invece di un miglioramento del 16%, per una potenza totale del sistema di 116 CV. Una guida più coinvolgente è arrivata grazie a una risposta dell’acceleratore più precisa che ha contribuito a una riduzione del 15% nello 0-100 km/h, ora a 9,7 secondi.

L’ultima generazione del powertrain ibrido è stata ottimizzata in peso, prestazioni ed efficienza, esaltando le capacità di guida EV di Yaris. La serenità della trazione completamente elettrica può essere apprezzata a velocità fino a 130 km/h, mentre maggiore potenza del motore elettrico garantisce una brillante accelerazione a basse velocità e in autostrada, con una maggiore sensazione di linearità tra input del guidatore e risposta del motore, fondamentale per restituire ancora più piacere di guida.

La quarta generazione di Yaris è stata ancora una volta il modello Toyota più popolare in Europa ed è diventato per la prima volta il modello più venduto nel continente, grazie alla sua moderna combinazione di look urban chic, compattezza e equipaggiamenti di categoria superiore, nonché i consumi più contenuti della categoria.

A poco più di due decenni da quando la Yaris ha vinto il primo Car of the Year per Toyota, la quarta generazione di Yaris è stata votata Auto dell’Anno 2021 dalla giuria di 59 giornalisti automobilistici europei. La giuria ha elogiato la tecnologia ibrida di Yaris per la sua guida fluida, le basse emissioni e il prezzo accessibile, motivi per i quali oltre l’80% degli acquirenti Yaris sceglie il propulsore ibrido. La Yaris è stata anche riconosciuta per il suo design, le prestazioni dinamiche e la sicurezza ai vertici della categoria.

Nel 2022, la nuova Yaris GR SPORT, basata sulla quarta generazione di Yaris, è stata messa in vendita in Europa con l’esclusivo nuovo colore esterno Dynamic Grey e finitura bi-tone. I nuovi cerchi da 18 pollici con inserti rossi rafforzano il design GAZOO Racing e la griglia anteriore riceve la nuova trama esclusiva G-mesh. La Yaris GR SPORT presenta anche una messa a punto specifica delle sospensioni e una maggiore rigidità del telaio per un’esperienza di guida più reattiva, confortevole e coinvolgente.

GR Yaris – La sports car pluri-premiata

Seguendo le orme della fortunata Yaris GRMN e della prima Yaris GR SPORT, nel 2020 è arrivata la prima sportiva ad alte prestazioni GAZOO Racing, la GR Yaris.

Questa vettura sportiva stradale è stata ispirata dai successi ottenuti con la Yaris World Rally Car, che ha fatto guadagnare al Toyota GAZOO Racing World Rally Team un titolo costruttori e due titoli piloti e copiloti al momento del lancio del modello. Ha mantenuto il ruolo di modello apripista di tecnologie innovative e ha ricevuto consensi senza precedenti, diventando immediatamente un instant classic.

La GR Yaris è stata sviluppata direttamente dall’esperienza rally di Toyota su una piattaforma unica, combinando la nuova GA-B e una sezione posteriore adattata dalla piattaforma GA-C. Incorpora leggeri body panel in alluminio e un tetto in composito di carbonio forgiato oltre a soluzioni che portano ad un risparmio di peso in diversi punti della carrozzeria.

Il suo cuore è il motore tre cilindri più potente al mondo, nonché il più piccolo e leggero turbo da 1,6 litri. Con una potenza di 261 CV e 360 Nm di coppia, lancia la GR Yaris da fermo a 100 km/h in soli 5,5 secondi e a una velocità massima limitata elettronicamente di 230 km/h.

Il peso a vuoto di soli 1.280 kg conferisce alla GR Yaris un eccellente rapporto peso/potenza di 4,9 kg per 1 CV distribuito tramite il sistema di trazione integrale permanente a controllo elettronico GR-FOUR. Questa potente combinazione ha assicurato che la produzione limitata di 25.000 unità andasse rapidamente sold-out agli appassionati desiderosi di provare la Yaris più estrema mai creata.

La GR Yaris è anche all’avanguardia nella ricerca di Toyota per un futuro carbon neutral, per le auto di produzione e il motorsport. A dimostrazione del costante impegno dell’azienda a investire in nuove e variegate tecnologie di propulsione, la GR Yaris H2 ha fatto il suo debutto europeo nell’agosto 2021, con un motore a combustione alimentato a idrogeno con emissioni allo scarico quasi nulle. Il presidente della Toyota Motor Corporation Akio Toyoda, con al suo fianco la leggenda del rally Juha Kankkunen, si è esibito con la vettura al Rally di Ypres in Belgio.

Con il cambiamento dei regolamenti nel World Rally Championship, Toyota GAZOO Racing ha introdotto la GR Yaris Rally1, basata sul modello stradale, per la stagione 2022.

Ad oggi, Toyota GAZOO Racing World Rally Team ha ottenuto ben tre titoli costruttori e quattro piloti e copiloti, portando il totale di Toyota nel World Rally Championship a sei titoli costruttori.

Yaris Cross – Un autentico SUV

Lanciata nel 2021, la Yaris Cross ha riunito la ricca esperienza e il know-how di Toyota nelle piccole auto con l’heritage nel design e ingegnerizzazione di SUV innovativi per creare un modello completamente nuovo, perfettamente adatto all’uso quotidiano ma che offre spirito d’avventura e fun-to-drive.

Lo stile potente esprime robustezza e agilità in un corpo compatto, offrendo la maneggevolezza adatta al contesto urbano, consentendo al contempo lo sviluppo di un abitacolo dotato di grande confort e capacità di carico, seguendo la consolidata filosofia “big-small” di Yaris.

Yaris Cross offre prestazioni da vero SUV grazie al collaudato sistema di trazione integrale intelligente di Toyota che utilizza un motore elettrico aggiuntivo indipendente sull’asse posteriore per fornire maggiore aderenza e stabilità in curva e maggiore sicurezza su superfici scivolose.

Il design compatto e leggero del sistema AWD-i riduce al minimo l’impatto su consumi ed emissioni. Le prestazioni ai vertici della categoria per un SUV AWD di segmento B la hanno aiutata a diventare uno dei best seller di Toyota in Europa.

Poco dopo il lancio, la Yaris Cross ha consolidato il suo pedigree nella pluripremiata famiglia Yaris quando è stata nominata World Urban Car 2022 dagli organizzatori dei World Car Awards, selezionati da una giuria di 102 membri composta da giornalisti internazionali in rappresentanza di 33 paesi.

Progettata in Europa

Fin dalla prima generazione, il team di progettazione europeo ha lasciato il segno sulla Yaris, inizialmente tramite l’EPOC di Bruxelles e, successivamente, in ED2 dopo il trasferimento in una sede più grande sulla Costa Azzurra, vicino a Nizza, dove opera dal 2000.

Questa dichiarazione d’intenti ha ulteriormente rafforzato le capacità del Toyota European Design Development, dopo aver definito ambiziosi piani di produzione e vendita per il continente. Come parte della rete globale di design Toyota, ED2 monitora costantemente i gusti, i costumi, i valori e le tendenze europee, e la Yaris è stata ispirata da queste intuizioni nel corso della sua ricca storia.

ED2 condivide le responsabilità di progettazione con i centri di design in Giappone, a seconda della generazione e del modello. Come per la prima generazione, gli esterni della seconda generazione di Yaris nel 2006 hanno avuto origine in ED2, mentre il centro ha avuto una parte da protagonista nei due lifting della terza generazione. Per la quarta generazione di Yaris, ED2 è stata responsabile del Color, Material and Finishing (CMF), mentre la Yaris Cross ha dato ai progettisti maggiori responsabilità non solo relative al CMF, ma anche al design esterno, con il production design gestito poi in Giappone.

Costruita in Europa

Anticipando la popolarità della prima generazione di Yaris, nell’ottobre 1998 Toyota ha inaugurato un nuovo impianto di produzione ad alta tecnologia a Valenciennes, in Francia, per integrare la produzione Yaris dallo stabilimento di Takaoka. Fin dall’inizio, TMMF è stata progettata per essere una “fabbrica verde, pulita e snella del XXI secolo”. Le sue dimensioni sono inferiori del 30% a un tipico impianto automobilistico di quegli, dandogli un vantaggio iniziale per ridurre drasticamente il consumo di energia e le emissioni. In alcune officine, le aree di stoccaggio sono fino a 10 volte più compatte rispetto agli standard dell’industria automobilistica per impianti con una produzione simile.

TMMF è entrata in funzione nel gennaio 2001 con una capacità produttiva annuale iniziale di 150.000 unità. Entro il 2022, i dati di produzione annuale erano cresciuti fino a raggiungere le 255.584 unità, rendendo lo stabilimento il più grande sito di produzione automobilistica in Francia per volume. Lo stesso anno, la Yaris Cross è diventata per la prima volta il singolo modello più prodotto tra tutti i marchi in Francia con 161.508 unità podotte, detronizzando la sorella Yaris che era stata in cima alla lista sette volte negli ultimi 10 anni.

Lo stabilimento impiega oggi 5.000 persone e ha realizzato un investimento cumulativo complessivo di 1,5 miliardi di euro. Ciò include gli investimenti di capitale necessari per ogni nuova generazione e modello, nonché risorse significative impegnate a migliorare continuamente le prestazioni ambientali dell’azienda. Solo pochi anni dopo la sua esistenza, parte del tetto era stato coperto con pannelli fotovoltaici ed era stata installata una parete solare di 400 m².

Dal 2019, il sito utilizza il 100% di energia rinnovabile e, dal 2012, due bacini in loco, con un volume combinato di 16.000 m³, le consentono ora di essere completamente autonomo nell’acqua industriale. La maggior parte proviene dall’acqua piovana raccolta da quei bacini mentre la restante quantità viene riciclata dalle acque reflue dell’impianto che vengono pretrattate per soddisfare gli standard richiesti prima dell’uso nel processo di produzione.

Negli ultimi 20 anni, TMMF ha ridotto con successo l’energia necessaria per produrre una Yaris del 59%, il che le è valso il riconoscimento interno come leader globale all’interno di Toyota. A questi risultati si aggiunge la recente installazione di una nuova linea di verniciatura nel reparto materie plastiche, una novità globale di Toyota, che dovrebbe offrire un risparmio annuo di 1.000 tonnellate di CO2. TMMF si è posta l’obiettivo di essere carbon neutral a partire dal 2030 e di essere a zero emissioni entro il 2040.

La 10 milionesima vettura, una Yaris GR SPORT in Dynamic Grey, è uscita dalle linee di produzione di TMMF il 30 marzo come tante Yaris prima di essa ed è stata consegnata a un cliente francese della regione di Parigi.

Commenti

commenti

Michele Antonucci

Classe 1984. Car Enthusiast & Automotive Journalist.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.