Plenitude ( Eni Group) ha inaugurato un impianto fotovoltaico da 263 MW in Texas

Plenitude ha inaugurato, alla presenza del Console Generale italiano a Houston Mauro Lorenzini, l’avvio della produzione dell’impianto fotovoltaico da 263 MW “Golden Buckle Solar Project” a Brazoria County, Texas (USA). L’impianto è stato realizzato in poco più di un anno, su un’area di oltre 600 ettari situata a 80 km a sud di Houston, e produrrà in media tra i 400 e i 500 GWh di energia solare all’anno che copriranno l’equivalente dei consumi di circa 45mila famiglie. L’energia sarà in gran parte venduta attraverso un contratto di lungo termine (PPA) a Target Corporation, grande retailer presente in tutti gli Stati Uniti.

Stefano Goberti, Amministratore Delegato di Plenitude, ha commentato: “Abbiamo inaugurato il più grande impianto fotovoltaico costruito da Plenitude nella nostra breve ma intensa storia di sviluppo nelle energie rinnovabili. Siamo molto orgogliosi di questo traguardo raggiunto nel pieno rispetto dei tempi e dei costi prefissati. E’ un ulteriore passo avanti nella crescita della nostra capacità di generazione da fonti rinnovabili, che ha superato i 2 GW alla fine del 2022 in linea con il nostro obiettivo di superare i 6 GW nel mondo entro il 2025”.

La realizzazione dell’impianto è stata portata avanti con il supporto di Novis Renewables, LLC, la partnership tra Eni New Energy US, Inc. e Renantis North America, Inc., che opera esclusivamente negli Stati Uniti e che è dedicata allo sviluppo di progetti solari, eolici e di stoccaggio.

Plenitude è la Società Benefit di Eni che integra la produzione di energia 100% da fonti rinnovabili, la vendita di servizi energetici e un’ampia rete di punti di ricarica per veicoli elettrici. Plenitude fornisce attualmente energia a circa 10 milioni di clienti europei nel mercato retail, con l’obiettivo di raggiungere entro il 2025 più di 11 milioni di clienti e di installare oltre 30.000 punti di ricarica per la mobilità elettrica. La Società prevede inoltre di superare i 15 GW di capacità installata entro il 2030 e di raggiungere la neutralità carbonica entro il 2040.

Commenti

commenti

Michele Antonucci

Classe 1984. Car Enthusiast & Automotive Journalist.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.