PIRELLI: CONFERMATA GLOBAL COMPACT LEAD DELL’ONU, UNICA AZIENDA DEL SETTORE AUTOMOBILES & PARTS A LIVELLO GLOBALE

Pirelli, unica azienda a livello globale del settore Automobiles & Parts, è stata confermata Global Compact LEAD delle Nazioni Unite. Composto quest’anno da 37 società, il Global Compact LEAD raggruppa le realtà maggiormente impegnate nel mondo nell’implementazione dei Dieci Principi del Global Compact delle Nazioni Unite.

Marco Tronchetti Provera, CEO e Executive Vice Chairman di Pirelli, ha dichiarato: “Per Pirelli fare impresa significa innovare, accelerando il cambiamento a beneficio della collettività e a tutela dell’ambiente. La conferma dell’inclusione di Pirelli nel Global Compact LEAD delle Nazioni Unite rappresenta quindi un motivo di orgoglio e premia il nostro costante sforzo nel perseguire obiettivi sfidanti attraverso azioni mirate a risultati concreti”.

Sanda Ojiambo, CEO e Executive Director del Global Compact delle Nazioni Unite, ha commentato: “Le aziende LEAD rappresentano il più alto livello di engagement con il Global Compact delle Nazioni Unite.

Oggi più che mai, il mondo ha bisogno che aziende di ogni dimensione – come quelle incluse oggi nel LEAD – continuino a lavorare per migliorare le proprie performance di sostenibilità e intraprendere azioni per costruire un mondo migliore.”

Il Global Compact delle Nazioni Unite è la più grande iniziativa di sostenibilità di impresa al mondo: per qualificarsi come “LEAD”, un’azienda deve prendere parte almeno a due “Action Platform” Global Compact che riuniscono imprese, network locali, accademie, società civili e governi per risolvere questioni di sostenibilità complesse e portare innovazione a favore degli obiettivi globali. I partecipanti devono inoltre comunicare i propri progressi attraverso una relazione annuale sulla sostenibilità che illustri in dettaglio i risultati raggiunti e l’attuazione dei Dieci Principi.

Far parte del Global Compact delle Nazioni Unite, a cui Pirelli ha aderito nel 2004, testimonia la convinzione dell’azienda che soluzioni efficaci debbano essere perseguite attraverso un approccio olistico allo sviluppo, frutto dello sforzo congiunto di imprese e stakeholder a livello globale, che integri capitale economico, sociale e ambientale.

Commenti

commenti

Michele Antonucci

Classe 1984. Car Enthusiast & Automotive Journalist.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.