Fiat Industrial presenta il progetto di fusione con CNH Global

Fiat Industrial S.p.A. (FI.MI) annuncia che oggi ha presentato la sua migliore offerta definitiva allo Special Committee del Consiglio di Amministrazione di CNH Global N.V. relativamente all’integrazione strategica di Fiat Industrial e CNH. A seguito del comunicato del 15 ottobre 2012 con cui lo Special Committee aveva annunciato che non avrebbe raccomandato l’approvazione della sua proposta iniziale di integrazione strategica, nelle scorse settimane Fiat Industrial ha avuto ulteriori discussioni con lo Special Committee sottolineando la sua volontà di offrire un miglioramento dei termini della sua proposta. Oggi, con una lettera firmata da Sergio Marchionne, Presidente di Fiat Industrial, la Società ha sottoposto allo Special Committee la sua offerta finale relativa a questa integrazione strategica.
La lettera, consultabile sul sito della Società, contiene i termini dell’offerta definitiva di Fiat Industrial. Questa offerta finale mantiene gli elementi essenziali della proposta originale di Fiat Industrial del 30 maggio 2012 che implica la fusione di Fiat Industrial e di CNH in una società di nuova costituzione con sede in Olanda (la “NewCo”) in cui gli azionisti di CNH riceverebbero 3,828 azioni di NewCo per ciascuna azione CNH da loro detenuta e gli azionisti di Fiat Industrial riceverebbero una azione di NewCo per ogni azione di Fiat Industrial. Per migliorare la propria offerta iniziale, l’offerta definitiva di Fiat Industrial prevede anche l’ulteriore elemento della distribuzione agli azionisti di CNH di un significativo dividendo di 10 dollari per azione da erogarsi prima della fusione e, se possibile, entro la fine dell’anno, permettendo così l’incasso anticipato di una parte significativa del valore dell’operazione. Fiat Industrial ha indicato la propria intenzione di rinviare l’incasso del dividendo sull’88% delle azioni CNH di sua proprietà per preservare il capitale del Gruppo nel periodo sino al completamento della fusione. L’aggiunta di questo dividendo straordinario alla proposta di Fiat Industrial del 30 maggio rappresenta un miglioramento del 25,6% rispetto al valore implicito dell’offerta iniziale cui si deve aggiungere l’ulteriore valore dato dall’anticipata distribuzione del dividendo.

Fiat Industrial revocherà la propria offerta migliorativa e definitiva e terminerà ogni ulteriore discussione sulla proposta di fusione a meno che, entro le 23.59 EST del prossimo mercoledì 21 novembre, lo Special Committee informi Fiat Industrial della sua intenzione di raccomandare l’approvazione integrale dei termini e condizioni dell’offerta definitiva di Fiat Industrial e che le parti sottoscrivano un accordo definitivo e vincolante sulla fusione entro domenica 25 novembre 2012.
Se questa offerta finale e definitiva non sarà accettata, Fiat Industrial intende andare avanti con altri aspetti della proposta operazione, inclusa la fusione con una società di nuova costituzione con sede in Olanda e le cui azioni saranno quotate presso le borse di New York e di Milano. Questa fusione, così come gli altri aspetti che Fiat Industrial ha discusso con lo Special Committee e che intende porre in essere, è volta a mantenere per gli azionisti di Fiat Industrial la maggior parte dei benefici della proposta integrazione strategica con CNH.
Sergio Marchionne, Presidente di Fiat Industrial, ha dichiarato: “Mentre riteniamo che Fiat Industrial abbia offerto termini e condizioni eque e ragionevoli per gli azionisti di minoranza di CNH, se la nostra migliore offerta definitiva rimarrà non accettabile per lo Special Committee, Fiat Industrial intende andare avanti e porre in essere tutte le azioni che le sono consentite, ovviamente sempre nel più assoluto rispetto dei diritti degli azionisti di minoranza di CNH, per far avere ai propri azionisti i benefici ricercati con l’operazione proposta. Fiat Industrial realizzerà detti benefici integrando ulteriormente le attività operative del Gruppo ed assicurando che gli interscambi di Gruppo con CNH avvengano a condizioni di mercato al fine di ridurre o eliminare ogni involontario trasferimento di valore a favore di CNH. Fiat Industrial porrà una nuova e particolare attenzione e dedicherà ogni sforzo e risorsa per migliorare la propria eccellenza operativa e le proprie relazioni con gli investitori, così da incrementare la performance del titolo e la percezione da parte del mercato rispetto al gruppo Fiat Industrial nella sua interezza. Questa ri-focalizzazione, così come l’eliminazione della diversità dei due mercati borsistici in cui ha attualmente luogo la quotazione delle società quotate del Gruppo, dovrebbe consentire e facilitare il miglioramento della liquidità del titolo e la sua capacità di attrazione con la quotazione sul mercato statunitense della nuova società holding del Gruppo. Da ultimo, al fine di usare in modo efficiente il capitale all’interno del Gruppo, Fiat Industrial non ritiene che nel prevedibile futuro voterà a favore della distribuzione di dividendi da parte di CNH”.

Who is Fiat Industrial
Fiat Industrial S.p.A. è un leader globale nel campo dei Capital Goods che, attraverso i suoi vari business, progetta, produce e commercializza macchine per l’agricoltura e le costruzioni (CNH Global N.V.), veicoli industriali e commerciali, autobus e veicoli speciali (Iveco S.p.A.) oltre ai relativi motori e trasmissioni e a motori per applicazioni marine (FPT Industrial S.p.A.). Presente in tutti i principali Paesi del mondo, Fiat Industrial punta ad espandersi nei mercati a più alto potenziale di sviluppo anche attraverso joint-venture. Ulteriori informazioni relative a Fiat Industrial S.p.A. e i suoi business sono disponibili sul sito internet www.fiatindustrial.com.

Commenti

commenti

Michele Antonucci

Classe 1984. Car Enthusiast & Automotive Journalist.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.