Reuters-> Marchionne:Fiat è una multinazionale e possiamo andare avanti anche senza l’Italia

Fiat è una multinazionale e pertanto può decidere di lasciare l’Italia e investire altrove.Lo ha detto l’Ad del Lingotto e Chrysler, Sergio Marchionne, ai microfoni di Radio 24 a margine di una conferenza organizzata a Washington dal Council for the United States and Italy, secondo una nota della emittente. E’ quanto riporta la nota Agenzia di Stampa Reuters.”Il fatto è che un operaio su dieci vuole condizionare l’andamento dell’azienda”, ha detto Marchionne riferendosi alla Fiom. “La Fiat non può essere la vittima di questa minoranza. Non si può investire così, parliamo di miliardi di euro di investimenti, non di aprire un supermercato. Possiamo lasciare l’Italia. Siamo una multinazionale e abbiamo attività in tutto il mondo. Potremmo andare avanti anche senza l’Italia”.”Chi pensa di poter condizionare la Fiat, si sbaglia alla grande”, ha aggiunto il manager.

Sulla richiesta del leader della Cgil, Susanna Camusso, di far intervenire anche il governo sui progetti industriali Fiat, il manager ha risposto: “Il governo non c’entra nulla e [il premier Mario] Monti, quel pover uomo che ha un mondo di cose da fare, cosa c’entra con la Fiat”.”Monti deve portare avanti una serie di manovre per cercare di ottenere la tranquillità a livello europeo dei finanziamenti del paese e se non ce la fa, fallisce il progetto. Per questo deve essere assistito e appoggiato dalla politica fino a quando ha risolto il problema. Non abbiamo altra scelta. Bisogna lasciarlo lavorare. Ho una grande fiducia nelle sue capacità di gestione”, ha concluso Marchionne.

Commenti

commenti

Michele Antonucci

Classe 1984. Car Enthusiast & Automotive Journalist.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.