Lo stabilimento Fiat nello Stato di Pernambuco diventerà il centro di un polo automobilistico integrato.

Fiat ha portato a termine la fase di studio per la costruzione del secondo impianto brasiliano nello Stato del Pernambuco, che diventerà il centro di un polo industriale avanzato per la produzione di automobili. Grazie all’elevato livello di integrazione, lo stabilimento Fiat, produrrà, secondo quanto previsto, tra le 200 e le 250 mila unità l’anno, con investimenti tra i 3 e i 3,5 miliardi di reais. Si prevede che le assunzioni dirette supereranno le 3.500 unità inizialmente previste.

null

L’avvio della produzione è previsto per gli inizi del 2014.
La decisione di investire nel Pernambuco nasce dalle favorevoli prospettive di lungo termine per il mercato, che prevedono un aumento delle vendite di automobili e di veicoli commerciali leggeri in tutte le regioni brasiliane e in particolare nel nord-est, dove si trova il Pernambuco. Inoltre, per la realizzazione del nuovo stabilimento, è stato possibile reperire un’area idonea ad ospitare nel polo industriale lo stabilimento di produzione, il parco fornitori di primo livello, il centro formazione, il centro ricerca e sviluppo, la pista e l’area di prova.
Situata nella città di Goiana, Zona da Mata, a nord di Penambuco, l’area si estende su 14 milioni di metri quadri e offre condizioni topografiche estremamente favorevoli per la realizzazione di un polo industriale che potrebbe crescere fino a estendersi ad un secondo parco fornitori, su un terreno separato di 1,4 milioni di metri quadri, tra le città di Recife e Goiana. Fiat avrà inoltre un centro logistico a Suape, la cui importanza sarà strategica per l’intero progetto.
“Fiat e lo Stato di Pernambuco avviano oggi una collaborazione industriale a lungo termine, che andrà a beneficio dell’intera economia e della popolazione locale” ha affermato Cledorvino Belini, Presidente di Fiat America Latina. “Stiamo formalmente dando il via ad un nuovo capitolo della storia di Fiat in Brasile, che dura ormai da 35 anni. Allo stesso tempo stiamo contribuendo a costruire una fase di sviluppo estremamente importante” ha aggiunto.

INTEGRAZIONE E STRATEGIA
L’impianto Fiat è stato concepito per essere il centro dinamico del polo industriale di Pernambuco. Sviluppato secondo un’architettura moderna e completamente integrata, ospiterà il parco fornitori, un centro per la formazione della manodopera, un centro per lo sviluppo tecnologico nonché pista e area prove. Un impianto a basso impatto ambientale, che applicherà le best practice del Sistema di Gestione Ambientale Fiat. Le strade interne saranno pavimentate con asfalto prodotto con pneumatici riciclati. Le acque usate dal processo industriale saranno trattate e riutilizzate.

Il layout dell’impianto è stato disegnato secondo i più moderni criteri di ottimizzazione produttiva. Il flusso dei materiali e dei prodotti è stato concepito secondo i più avanzati standard di WCM (World Class Manufacturing).
Diventerà un centro di competenze tecniche non solo per la produzione di vetture ma anche per la loro progettazione e sviluppo. Per questo motivo è stato stipulato un accordo per la formazione in ingegneria, che ha coinvolto da una parte le università statali e federali del Pernambuco e dall’altra il Politecnico di Torino. Un primo gruppo di 50 ingegneri studierà infatti presso la prestigiosa università italiana.
A seguito di importanti investimenti nell’economia, nel mercato del lavoro e nella formazione e qualificazione, il polo industriale avrà effetti positivi su tutto lo Stato, con la generazione di ricchezza, di reddito, di formazione, di posti di lavoro, di miglioramento delle infrastrutture, di offerta educativa, di aumento dell’offerta di servizi.

null

UN IMPIANTO STRATEGICO PER FIAT
Pernambuco sarà un impianto strategico di Fiat. Il mercato brasiliano per automobili e veicoli commerciali leggeri ha chiuso il 2010 con un volume di vendite di 3,3 milioni di veicoli. La quota di Fiat è stata di 760 mila veicoli. Alcuni studi indicano che nel 2014 il mercato brasiliano potrà raggiungere quota 4,7 milioni di automobili e veicoli commerciali leggeri. Il piano strategico di Fiat prevede un aumento delle vendite, che nel 2014 raggiungeranno 1,1 milioni di veicoli.
L’OPZIONE DI PERNAMBUCO
La decisione di Fiat di investire nel nord-est del paese e più specificatamente nello Stato del Pernambuco è basata sulle politiche di sviluppo adottate dal Governo statale, sulle condizioni logistiche idonee, sulla posizione geografica strategica, sull’impegno a lungo termine di Fiat nel paese e sull’obiettivo di continuare a contribuire ad uno sviluppo economico e sociale sostenibile. Il Pernambuco è riconosciuto per essere lo Stato maggiormente sviluppato della regione del nord-est, con il più elevato potenziale di aumento dei consumi rispetto al resto del Paese.

UN CAMPO PROVE COMPLETO
Nel polo industriale sarà presente una struttura di prova che effettuerà test per tutta l’America Latina, alla quale potrà accedere anche Fiat Powertrain. Al momento in Brasile non esistono località dove si possano eseguire prove su strade pubbliche. La struttura soddisferà tutti i requisiti in termini di sviluppo ed esecuzione delle prove, e sarà anche in grado di ospitare sessioni di addestramento, eventi per concessionari, per la stampa.


FIAT, LEADER E INNOVATORE

Nel DNA di Fiat c’è indubbiamente lo spirito del pioniere. È stato il primo produttore di automobili a creare in Brasile una sede al fuori della cintura industriale di San Paolo. Con l’inaugurazione dello stabilimento di Betim, nel Minas Gerais avvenuto il 9 luglio 1976,l’azienda assunse un ruolo decisivo nell’industrializzazione dello Stato. Durante il consolidamento ha promosso quella che fu definita la minerizzazione, vale dire l’industrializzazione del Minas Gerais, attirando nell’area di influenza dello stabilimento un grande numero di fornitori, che oggi soddisfano il 70% della richiesta di componenti nel raggio di 150 chilometri dallo stabilimento di Betim. La presenza di Fiat ha cambiato la faccia dell’economia del Minas Gerais.
In 35 anni di presenza in Brasile, Fiat ha prodotto oltre 12 milioni di veicoli. L’azienda è leader di mercato, posizione che detiene ormai da 9 anni.

UN SETTORE STRATEGICO PER L’ECONOMIA
Il settore automotive con la sua catena di produzione, rappresenta oltre il 5% del PIL brasiliano e il 23% di quello industriale. Per la capacità di circondarsi di un parco fornitori capaci di consegnare materie prime e componenti legati a innumerevoli settori dell’economia, per l’intera gamma della complessità tecnologica, viene definita l’”industria delle industrie”.

Comunicato Stampa Ufficiale FIAT SPA

Commenti

commenti

Michele Antonucci

Classe 1984. Car Enthusiast & Automotive Journalist.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.