IL CDA DI PIRELLI & C. SPA HA ESAMINATO I RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2023

Primi nove mesi 2023

– Ricavi: 5.160,2 milioni di euro, +2,5% rispetto ai primi nove mesi 2022 (+7,4% la variazione organica escludendo l’effetto cambi pari a -4,9%)

– Price/Mix: +10,4% grazie ad aumenti di prezzo e miglioramento di mix

– Ebit adjusted: 782,5 milioni di euro, +3,8% rispetto ai primi nove mesi 2022. Il miglioramento del price/mix e le efficienze hanno più che compensato lo scenario esterno (materie prime, inflazione e cambi) 

– Margine Ebit adjusted al 15,2% rispetto al 15% dei primi nove mesi 2022

– Utile netto: 411 milioni di euro, +14,4% rispetto ai 359,3 milioni di euro dei primi nove mesi 2022 grazie a miglioramento performance operativa e al beneficio derivante dal Patent Box

– Flusso di cassa netto ante dividendi: -367,7 milioni di euro (-323,2 milioni nei primi nove mesi 2022). Escludendo l’impatto del piano triennale LTI 2020-2022 di incentivazione del management per 67 milioni di euro, il flusso di cassa netto ante dividendi risulta pari a -300,7 milioni di euro, in miglioramento rispetto al dato dei nove mesi 2022

– Posizione Finanziaria Netta: -3.138,1 milioni di euro (-3.390,5 milioni al 30 settembre 2022 e -2.552,6 milioni al 31 dicembre 2022)

Terzo trimestre 2023

– Ricavi: 1.722,7 milioni di euro (1.836,3 milioni nel terzo trimestre 2022) con una crescita organica del 2,2% escludendo l’effetto cambi pari a -8,4%

– Price/Mix: in miglioramento a +6,8%

– Ebit adjusted: 265,1 milioni di euro (271,9 milioni nel terzo trimestre 2022), con un margine Ebit adjusted che sale al 15,4% (14,8% nel terzo trimestre 2022)

– Utile netto: +33,3% a 168,4 milioni di euro (126,3 milioni di euro nel terzo trimestre 2022) che riflette il beneficio derivante dal Patent Box

– Flusso di cassa netto ante dividendi: +167,2 milioni di euro (+140,5 milioni nel terzo trimestre 2022)

***

TARGET 2023

– Ricavi stimati a ~6,6 miliardi di euro (~6,5 e ~6,7 miliardi la precedente stima) 

– Ebit Margin Adjusted atteso a ~15% (nella parte alta della forchetta del target di luglio di ~14,5% e <15%) grazie al miglioramento del price mix, stimato a ~+8% (nella parte alta della forchetta di ~+7% e ~+8% indicata a luglio)

– Generazione di cassa netta ante dividendi attesa tra ~450 e ~470 milioni di euro (tra ~440 e ~470 la precedente stima)

– Investimenti confermati a ~400 milioni di euro (~6% dei ricavi)

– Posizione finanziaria netta rivista in miglioramento a ~-2,33 miliardi di euro, con un rapporto Pfn/Ebitda adjusted pari a circa 1,6x/1,65x (~-2,35 miliardi di euro la precedente stima, con un rapporto Pfn/Ebitda adjusted pari a circa 1,65x/1,7x)

***

Il Consiglio di Amministrazione di Pirelli & C. Spa, riunitosi in data odierna, ha approvato i risultati al 30 settembre 2023 che evidenziano una crescita dei principali indicatori economici e di mercato grazie all’implementazione dei “programmi chiave” del Piano industriale 2021-2022|2025.

In particolare:

– Programma Commerciale

I primi nove mesi 2023 hanno visto il consolidamento dell’High Value con particolare focus sul Car ≥19’’, sulle Specialties e sull’elettrico. Nel periodo Pirelli ha registrato nel Car ≥18” una crescita dei volumi pari a +4% (in linea con il mercato). Sul canale Ricambi Car ≥18”, in particolare, i volumi Pirelli sono cresciuti del +2% (+1% il mercato), mentre sul Primo Equipaggiamento Car ≥18” (+6% i volumi Pirelli, +7% il mercato) Pirelli ha proseguito nella strategia di focalizzazione sui calettamenti più elevati (in crescita di circa 4 punti percentuali il peso dei volumi ≥19” che rappresentano l’81% di quelli del Primo Equipaggiamento ≥18”) e sull’elettrico (circa il 26% il peso sui volumi Primo Equipaggiamento ≥19”, in crescita di 7 punti percentuali rispetto ai primi nove mesi 2022).

In ulteriore riduzione, viceversa, l’esposizione sul segmento Standard (-10% i volumi Pirelli Car ≤17” rispetto al -3,0% del mercato). Le differenti dinamiche fra ≥18” e ≤17” hanno portato a una flessione complessiva dei volumi Car del -2% (-1% il mercato).

– Programma Innovazione

Nei primi nove mesi 2023 sono state conseguite circa 260 nuove omologazioni tecniche con i principali produttori di auto Prestige e Premium, concentrate principalmente sui calettamenti ≥19” e sulle Specialties. Sul Car è stato ulteriormente rafforzato il posizionamento sull’elettrico grazie a un portafoglio di circa 470 omologazioni a livello globale e una quota di mercato sul Primo Equipaggiamento Prestige e Premium superiore di 1,5 volte quella sui motori a combustione interna nello stesso segmento. L’offerta sull’elettrico si è recentemente arricchita con il lancio di P Zero E, prodotto dall’elevato contenuto tecnologico e maggiore sostenibilità. È stato rafforzato anche il posizionamento sul segmento SUV grazie al lancio dello Scorpion MS. Pirelli ha anche rinnovato il contratto con la Formula 1 fino al 2027 (con la possibilità di estensione per un’ulteriore stagione) con l’impegno a fornire dal 2024 pneumatici sempre più sostenibili e certificati da FSC.

Nel Moto è stato completato il rinnovo della gamma Diablo con l’introduzione del Diablo Supercorsa e a partire dal 2024 Pirelli sarà fornitore ufficiale del progetto Road to Moto GP per le classi Moto2 e Moto3. Nel Cycling sono stati lanciati tre nuovi prodotti: due super performanti caratterizzati da bassa resistenza al rotolamento e uno adatto a tutte le superfici.

– Programma Competitività

Nei primi nove mesi 2023 sono stati conseguiti benefici lordi pari a circa 61,4 milioni di euro, in linea con le attese e con le tempistiche di sviluppo dei progetti. Tali benefici hanno riguardato il costo del prodotto (modularity e design-to-cost), il manufacturing (ottimizzazione del footprint industriale e azioni di efficientamento), i costi SG&A (ottimizzazione del network logistico dei magazzini e azioni di negoziazione sugli acquisti) e quelli di organizzazione.

– Programma Operations

Nei primi nove mesi 2023 la saturazione complessiva degli impianti si è attestata a circa il 90% (principalmente per il minore livello di produzione in Russia e Cina), con un picco del 95% nel segmento High Value. È proseguito, inoltre, il programma di decarbonizzazione degli impianti attraverso l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili e programmi di efficienza energetica. Inoltre, grazie all’acquisizione, annunciata il 4 luglio, di Hevea-Tec il maggiore operatore indipendente brasiliano nella trasformazione di gomma naturale, Pirelli incrementerà la quota di approvvigionamento di gomma naturale in Sud America.

– Programma Digitalizzazione

Nei primi nove mesi, in seguito all’adozione del CRM, è stata attivata nei maggiori mercati europei la nuova piattaforma e-commerce B2B per una gestione commerciale integrata e digitalizzata che sarà implementata entro l’anno anche in Usa, Canada, Brasile e Argentina. È proseguita, inoltre, la copertura delle principali fabbriche con la tecnologia Industrial Internet of Things (IIoT) per migliorare l’efficienza dei processi di produzione. Sono state, infine, centralizzate le informazioni in un unico Big Data Lake e prosegue il progetto IT Service Model per digitalizzare i processi operativi IT, estendere la copertura del supporto a livello globale e incrementare i livelli di servizio sulle nuove piattaforme.

Commenti

commenti

Michele Antonucci

Classe 1984. Car Enthusiast & Automotive Journalist.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.