Per il Motul French Round, ottavo appuntamento del Campionato Mondiale FIM Superbike, Pirelli porta una nuova soluzione anteriore da bagnato per la classe WorldSBK

Il prossimo fine settimana il Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike fa tappa in Francia dove, sul circuito di Nevers Magny-Cours, si svolgerà l’ottavo round stagionale.

Il brand della P lunga metterà a disposizione dei piloti una nuova soluzione anteriore da bagnato per la classe WorldSBK in aggiunta a soluzioni di gamma e di sviluppo già conosciute, mentre la classe Supersport avrà a disposizione esclusivamente pneumatici di gamma.

Dopo ventuno gare la Classifica Piloti WorldSBK del Campionato delle derivate dalla serie non è mai stata così vicina, con Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR), e Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1) a pari merito con 311 punti, seguiti da Scott Redding (ARUBA.IT Racing – Ducati / Ducati Panigale V4 R) a 273 punti.

Nella WorldSSP Dominique Aegerter (Ten Kate Racing Yamaha / Yamaha YZF R6) è al comando della classifica con 257 punti, a 47 punti di vantaggio da Steven Odendaal (Evan Bros. WorldSSP Yamaha Team / Yamaha YZF R6), e nella WorldSSP300 guida la classifica Adrian Huertas (MTM Kawasaki / Kawasaki Ninja 400) con 129 punti, ad undici punti di vantaggio da Tom Booth-Amos (Fusport – RT Motorsports by SKM – Kawasaki / Kawasaki Ninja 400).

Inaugurato oltre 60 anni fa, nel 1960, il circuito di Nevers Magny-Cours è lungo 4411 metri e presenta nove curve a destra e otto a sinistra con un raggio di curvatura minimo di 5 metri e massimo di 474,45 metri, un rettilineo d’arrivo di 250 metri e una pendenza massima in discesa del 2,68% e in salita del 2,38%. Il tracciato è caratterizzato da decelerazioni brusche e ripartenze, intervallate da rettilinei mediamente lunghi su una superficie collinare. Nella sua configurazione è previsto anche un hairpin (Adelaide), con una delle traiettorie più strette presenti tra i circuiti internazionali, da percorrersi in uscita da un rettilineo abbastanza veloce. L’asfalto presenta una superficie liscia e regolare e pertanto offre poco grip naturale, soprattutto in caso di basse temperature o di bagnato. Inoltre in alcuni punti i piloti sono chiamati ad effettuare frenate con dislivello mettendo alla prova l’anteriore.

Le soluzioni per le classi WorldSBK e WorldSSP

Nella classe WorldSBK i piloti potranno contare su 5 soluzioni anteriori e 6 posteriori, comprese le soluzioni slick, intermedie e da bagnato. Le opzioni slick per l’anteriore saranno due: la SC1 di gamma in mescola morbida e la soluzione di sviluppo SC1 A0508, che i piloti hanno avuto l’occasione di apprezzare nei round di Misano, Assen, Most e Navarra. In caso di maltempo, oltre alla Rain di gamma, Pirelli mette a disposizione anche la soluzione di sviluppo da bagnato in specifica A0593: presentata a Donington, questa mescola dovrebbe offrire maggior grip rispetto al prodotto di gamma, specialmente in ingresso curva e massimo angolo di piega, anche in condizioni di basse temperature o asfalti particolarmente lisci.

Le opzioni posteriori saranno invece sei. Anche in questo round saranno presenti la soluzione super morbida SCX di gamma e la morbida SC0 di gamma. Queste saranno accompagnate dalla soluzione di sviluppo SCX in specifica A0557, che presenta una nuova struttura in grado di migliorare il supporto e la stabilità in fase di accelerazione.

Per quanto riguarda le soluzioni da bagnato, a Magny-Cours Pirelli mette a disposizione dei piloti la soluzione posteriore di sviluppo con specifica X1251, presentata l’anno scorso su questo circuito, che utilizza una mescola sviluppata per offrire più grip in condizioni di bagnato ed in particolare alle basse temperature.

I piloti della classe WorldSSP potranno contare anche per questo appuntamento su due soluzioni di gamma slick per l’anteriore, la soluzione in mescola morbida SC1 e quella in mescola media SC2, oltre che su due soluzioni di gamma slick per il posteriore, quella in mescola super morbida SCX e la soluzione in mescola morbida SC0. Anche i piloti di questa classe avranno a disposizione la soluzione intermedia e la soluzione da bagnato.

Maggiori dettagli sulle soluzioni di gara per le classi WorldSBK e WorldSSP sono disponibili nelle relative schede tecniche allegate al presente comunicato.

Le statistiche 2020 Pirelli per Magny-Cours

  • Numero totale di pneumatici portati da Pirelli: 3.877
  • Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe WorldSBK: 5 anteriori e 7 posteriori.
  • Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota WorldSBK: 35 anteriori e 39 posteriori.
  • Numero di soluzioni per la classe WorldSSP (asciutto, intermedia e bagnato): 4 anteriori e 4 posteriori.
  • Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota WorldSSP: 26 anteriori e 24 posteriori
  • Best Lap Awards WorldSBK vinti da: Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR) in 1’48.268 (Gara 1, 15° giro) e da Loris Baz (Ten Kate Racing Yamaha / Yamaha YZF R1) in 1’47.558 (Gara 2, 7° giro)
  • Best Lap Awards WorldSSP vinti da: A. Locatelli (BARDAHL Evan Bros. WorldSSP Team / Yamaha YZF R6) in 1’53.962 (Gara 1, 17° giro) e Hannes Soomer (Kallio Racing / Yamaha YZF R6) in 1’54.609 (Gara 2, 14° giro)
  • Temperatura in Gara 1: aria 12° C, asfalto 14° C
  • Temperatura in Gara 2: aria 11° C, asfalto 14° C
  • Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Superbike in gara: 278,5 km/h, realizzata da Michael van Der Mark (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team / Yamaha YZF R1)
  • Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Superbike nella gara WorldSSP: 249,1 km/h, realizzata da Hannes Soomer (Kallio Racing / Yamaha YZF R6)

Commenti

commenti

Michele Antonucci

Classe 1984. Car Enthusiast & Automotive Journalist.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.