Il primo veicolo a gas naturale di Israele è un Iveco Stralis

La partnership tra Fiat Chrysler Automobiles (FCA), CNH Industrial e Fuel Choices Initiative di Israele raggiunge il primo risultato concreto con la vendita di un mezzo pesante Iveco Stralis alimentato a gas naturale compresso (CNG). L’ordine realizzato da Fridenson Group, una delle più importanti aziende di logistica del Paese, è stato gestito da MCA, un importatore di diversi brand FCA e del brand Iveco in Israele.

iveco-stralis-metano

CNH Industrial e Fiat Chrysler Automobiles (FCA) annunciano un importante risultato e un traguardo notevole per il mercato dei trasporti israeliano: la vendita del primo veicolo a gas naturale. Quest’ordine rientra nell’ambito del Memorandum of Understanding (MoU) siglato recentemente, che prevede una partnership fra le società e il Fuel Choices Initiative di Israele (IFCI).

IFCI è un programma decennale del governo israeliano, gestito direttamente dall’ufficio del Primo Ministro, che punta a ridurre la dipendenza dell’economia mondiale dal petrolio per i trasporti e a promuovere lo sviluppo di combustibili alternativi. Il MoU firmato prevede che FCA e CNH Industrial, insieme con alcuni dei loro brand, collaborino nella ricerca, nello sviluppo e nell’implementazione di combustibili a gas naturale per il trasporto.

Il veicolo in questione è un camion pesante Stralis 4×2 prodotto da Iveco, brand di CNH Industrial. Il mezzo è alimentato a gas naturale compresso (CNG), con motore Iveco Cursor 8 Euro VI.

L’Iveco Stralis CNG sarà consegnato a Fridenson Group, una delle principali aziende di logistica del Paese, con una flotta di oltre 140 camion e rimorchi. La consegna sarà gestita da MCA, l’importatore esclusivo in Israele di Iveco e dei diversi brand appartenenti a FCA. Fridenson Group intende usare il camion CNG in un programma pilota che dimostrerà il suo impegno nell’assicurare un ambiente più pulito. Come messo in evidenza dal gruppo, questo primo passo porterà alla sostituzione di un numero rilevante di veicoli diesel in favore di modelli alimentati a CNG.
I vantaggi del CNG sono numerosi sia in termini di sostenibilità ambientale sia di redditività per il cliente. Per quanto riguarda le emissioni, il gas naturale è un combustibile totalmente pulito grazie alle sue ridotte emissioni di particolato (-95% rispetto al diesel) e al 35% in meno di NOx. Inoltre, il CNG permette di ridurre le emissioni di CO2 del veicolo dal 10% fino al 100% con l’utilizzo di biometano. In termini di efficienza nei costi, il risparmio generale del Total Cost of Ownership (TCO) può raggiungere il 10%. Inoltre il prezzo inferiore del gas naturale rispetto al diesel equivale a una maggiore redditività, poiché riduce fino al 40% la spesa per il combustibile, la voce più importante del TCO.
David Fridenson, titolare e CEO di Fridenson Group, ha affermato: “In qualità di azienda innovativa, siamo sempre alla ricerca di tecnologie ecocompatibili. Saremo felici di collaborare con Iveco al progetto sui veicoli CNG e crediamo che i risparmi raggiunti da questo programma pilota saranno da stimolo per la conversione al gas naturale compresso”.

“Come parte del MoU siglato fra FCA, CNH Industrial e il governo israeliano, siamo orgogliosi di svolgere un ruolo di primo piano nell’implementazione dei veicoli CNG per il trasporto israeliano. Vogliamo porre l’accento sul nostro impegno nella promozione di questa tecnologia più ecologica e vantaggiosa in termini di costi, e siamo sicuri che questo è solo il primo di molti veicoli che si diffonderanno nel Paese”, ha affermato Ori Lahav, CEO di MCA. Inoltre, MCA importerà un autobus urbano CNG 12 metri del brand Iveco Bus di CNH Industrial. Le prestazioni dell’autobus saranno dimostrate attraverso una serie di prove effettuate nel Paese, per un periodo di due mesi.
Come leader europei nell’ambito dei veicoli a gas naturale, con oltre 660.000 veicoli venduti nella sola Europa, FCA e CNH Industrial si impegnano a realizzare soluzioni di mobilità sostenibile per i vari settori nei quali operano, dal trasporto pubblico e privato, al trasporto merci e alle applicazioni agricole. Queste soluzioni devono essere pratiche e apportare benefici in termini di sostenibilità ambientale. Per raggiungere questi obiettivi, le società lavorano attivamente per coinvolgere tutti gli aspetti delle rispettive filiere, in modo da garantire un approccio integrato con l’impegno di tutte le parti interessate.
La partnership delle società con IFCI è volta ad assistere il governo israeliano nell’obiettivo di trasformare il Paese in un punto di riferimento per la conoscenza dei combustibili alternativi. Inoltre, il programma IFCI mira a incrementare l’uso delle tecnologie basate su combustibili alternativi, incrementando la flotta di veicoli dello Stato di Israele, nel settore dei trasporti entro il 2020.

Nota tecnica

Lo Stralis Natural Power disponibile con alimentazione LNG (gas naturale liquefatto), permette un’autonomia di oltre 750 chilometri. Il trattore AT440S33T/P LNG, infatti, nella configurazione standard, è equipaggiato con 4 serbatoi CNG (gas naturale compresso) da 70 litri e un serbatoio criogenico LNG da 525 litri. Il gas naturale è immagazzinato allo stato liquido alla temperatura di -130°C e alla pressione di 9 bar e, prima di essere iniettato nel motore, viene convertito allo stato gassoso.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.