Il New York Times è scettico sui novi modelli Alfa-Maserati che dovranno concorrere con i brand premium tedeschi

Il New York Times in un suo editoriale esprime scetticismo sui nuovi modelli Alfa Romeo 164 e Maserati Ghiblì che dovrebbero contrastare i brand premium tedeschi nella fascia 45-75mila euro dove Bmw Serie 5, Audi A6 – A5 Sport Back e Mercedes Benz Classe E dominano incontrastati. A livello globale non ci son riusciti nè i francesi nè i giapponesi.

A “lasciare scettici gli analisti”, in particolare è il piano di investimenti di Marchionne, definito “ambizioso”. L’obiettivo dell’amministratore delegato Fiat, criticato dal NY Times, sarebbe quello di “chiudere gli impianti che stanno operando a meno della metà della loro capacità e di lasciare migliaia di persone senza lavoro”. Fiat, prosegue il New York Times, “proverà a fare quanto Bmw e Mercedes hanno fatto in Germania. L’Italia diventerà il centro della produzione del gruppo con i marchi di alta gamma come Alfa Romeo e Maserati, che poi l’azienda cercherà di esportare negli Stati Uniti e nei mercati asiatici, che sono in forte crescita”.

Ma questo progetto, per gli esperti americani, è altamente rischioso perchè la stessa Alfa Romeo non sarebbe in grado di concorrere come le auto di lusso e sportive tedesche. Auto e marchi che già oggi hanno volumi di vendita di quattro volte superiori alla casa italiana e sono già leader proprio negli Usa e soprattutto in Cina. Secondo Paul Nieuwenhuis, del Center for Automotive Industry Research dell’Università di Cardiff, in Galles, citato dal Ny Times, questo tentativo sarebbe in atto da diverso tempo, ma con risultato molto sottodimensionati rispetto alle aspettative. Colpa della rete dei distributori, secondo l’analista, mentre Ferdinand Dudenhoffer, professore all’Università di Duisburg-Essen (Germania), l’Alfa Romeo avrebbe volumi troppo piccoli per concorrere.

Commenti

commenti

Un pensiero su “Il New York Times è scettico sui novi modelli Alfa-Maserati che dovranno concorrere con i brand premium tedeschi

  • 7 Novembre 2012 in 13:59
    Permalink

    l’appeal dei marchi alfa romeo e in particolare maserati non è inferiore al quello delle tedesche quindi le potenzialità ci sono
    potrebbero anche batterle e la ricetta è molto semplice, anche se sembra che chi gestisce questi marchi non ci arrivi a capirlo malgrado le sue lauree e i suoi studi:
    fare macchine belle oltre che con buoni contenuti
    e a quanto ricordo l’ultima maserati bella con dna maserati è stata la 3200 gt con i fari posteriori a boomerang e tutti i precedenti modelli.
    il declino della maserati è cominciato con la gestione ferrari e il design pinifarina che ha sfornato modelli del tutto anonimi e privi di appeal che poi sono quelli attuali. quindi è solo un problema di gestione e fino adesso i responsabili si sono dimostrati del tutto incapaci e perchè no anche privi di buon gusto.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.